mal-di-schiena

Che cosa hanno a che fare i denti con il mal di schiena?

  • 0/5
  • 0 ratings
0 ratingsX
Very bad! Bad Hmmm Oke Good!
0% 0% 0% 0% 0%

Recenti studi sostengono che alcuni disturbi legati al mal di schiena possano avere una connessione con l’assetto dei denti. In particolare, si è verificato che i muscoli del collo e il sacco durale – che percorre il canale vertebrale e avvolge il midollo spinale fino all’osso sacro – sono un sistema strettamente legato con il cranio e, quindi, con la mandibola e la mascella.

Questa si rivela essere un’unica struttura che mette, dunque, in relazione le due zone del nostro corpo apparentemente distanti e scollegate. Sembra strano, ma curando l’allineamento dei denti si può dare sollievo anche alla nostra schiena dolorante, soprattutto se non si è riusciti a diagnosticarne una causa diversa.

 

 

Disallineamento dei denti: che significa?

Può capitare che si verifichi un cambiamento della distanza tra l’arcata superiore e l’arcata inferiore dei denti. Questa modifica spesso è dovuta al fatto che qualche dente si è abbassato, si è rotto oppure è stato estratto o è caduto. Ciò riguarda principalmente i molari, la cui mancanza crea questo disallineamento e può portare a un’occlusione sbagliata e a dolore alla schiena nella zona lombare quando si chiude la bocca. Cosa fare allora? Il consiglio è quello di rivolgersi al proprio dentista di fiducia per riallineare i denti in modo che l’occlusione torni a essere corretta.

 

 

Batteri e mal di schiena

Secondo gli ultimi studi, anche la presenza di batteri nella bocca potrebbe essere una causa del dolore alla schiena. Questi, infatti, possono provocare un’infiammazione dei dischi spinali affetti da ernia, entrando nel flusso sanguigno attraverso le piccole lesioni presenti nelle gengive, infettando i vasi sanguigni che arrivano alla colonna vertebrale. Proprio per questo, gli stessi antibiotici che vengono prescritti per le gengiviti, sono in grado anche di lenire i dolori alla schiena, curando l’infiammazione.

In conclusione, se si presentano dei dolori in corrispondenza di un mutamento dell’assetto dei tuoi denti, ti consigliamo di rivolgerti al tuo odontoiatra, avvisandolo del problema, così che possa eseguire una verifica e agire di conseguenza.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie . Il non consenso porta al non corretto funzionamento di questo sito web. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi